Area Brescia

Nel 1972, con una piccola centrale termica al servizio di un intero quartiere della zona sud della città di Brescia, fu realizzato il primo impianto di teleriscaldamento urbano in Italia.

La buona accoglienza da parte della cittadinanza favorì un veloce sviluppo del sistema.
Fino al 1977 il calore è stato prodotto con caldaie ad alto rendimento, installate nell’area della centrale Sud Lamarmora. Dal 1978, con l’entrata in esercizio del primo gruppo di cogenerazione della centrale Lamarmora, alla produzione di calore si è aggiunta quella di energia elettrica.

Agli inizi del 1988 la centrale Sud Lamarmora è stata potenziata da una caldaia policombustibile. E’ attualmente in corso il progetto di installazione di nuove caldaie per la generazione semplice di calore alimentate a gas naturale. (Scheda progetto)

Nel 1998 è entrato in funzione il termovalorizzatore che utilizza come combustibile i rifiuti solidi urbani e le biomasse per produrre energia elettrica e calore. Il calore prodotto dal termovalorizzatore è in grado di soddisfare oltre il 40% del fabbisogno termico della città.

Il teleriscaldamento a Brescia consente oggi di riscaldare circa il 70% degli edifici cittadini.

Il calore viene distribuito attraverso una rete di oltre 600 Km.

Sono previsti ulteriori sviluppi fino al raggiungimento di circa 45 milioni di metri cubi allacciati.
 

 
Documenti pdf
Mappa aree servite Mappa aree servite
Certificazione Energetica - Sistema Brescia Mappa aree servite
 

Copyright A2A Calore & Servizi  - Partita IVA 10421210153 -  Mappa del sito - Privacy - Informazioni Legali