Area Milano

Sviluppato a partire dagli anni ’90, oggi il sistema di teleriscaldamento di Milano riscalda oltre 3.000 edifici, tra cui alcuni simboli storici della città come il Duomo, la Scala, Palazzo Marino, la Galleria, Palazzo Reale ed il Tribunale e moderni come City Life, Cascina Merlata e Università Bicocca, permettendo di ridurre in maniera rilevante le emissioni di CO2 e le polveri sottili PM10.
I primi impianti realizzati sono stati quelli presso l’area Bicocca (Tecnocity) e l’area Famagosta. A questi sono seguite altre realizzazioni fra cui la rete nella zona Gallaratese, zona ovest, che distribuisce il calore recuperato dal termovalorizzatore dei rifiuti “Silla 2” di proprietà di A2A Ambiente, e la rete di teleriscaldamento della zona est di Milano alimentata dal nuovo impianto di “Canavese” e dalla centrale dell’aeroporto di Linate.

Nel comune di Sesto San Giovanni, il teleriscaldamento ha raggiunto progressivamente tutte le vie principali e la gran parte delle nuove costruzioni che sono state realizzate sulle aree dismesse ex industriali.
Al fine di ottenere e garantire elevati standard in termini di potenzialità e continuità di servizio si è provveduto negli ultimi anni a collegare fra loro le reti esistenti in diverse zone della città a servizio dell’area metropolitana.
Oggi, il sistema di teleriscaldamento di Milano è suddiviso in 3 macro-aree:

  • Sistema Milano Est, alimentato dall’impianto di “Canavese” che produce energia elettrica e calore in cogenerazione  ad alta efficienza, utilizzando anche l’energia geotermica contenuta nell’acqua di falda – una tecnologia in uso nei grandi sistemi di teleriscaldamento dei paesi scandinavi – e dalla centrale dell’aeroporto di Linate;
  • Sistema Milano Nord, che include la rete di Sesto San Giovanni – alimentata dal recupero del calore, altrimenti disperso, proveniente dalla centrale termoelettrica di Sondel (ora Edison), dal calore recuperato dal termovalorizzatore dei rifiuti del CORE (Consorzio Recuperi Energetici) e dal 2015 dal recupero del calore dai fumi di scarico dei forni di fusione  dell'impianto VetroBalsamo – e l’area Bicocca (Tecnocity);
  • Sistema Milano Ovest, alimentato dal calore recuperato dal termovalorizzatore dei rifiuti “Silla 2”  e dall’impianto di “Famagosta” che produce energia elettrica e calore in cogenerazione  ad alta efficienza, utilizzando anche l’energia geotermica  contenuta nell’acqua di falda, e si estende dalla zona Gallaratese fino al quartiere Gratosoglio, a sud di Milano.

 

 
Documenti pdf
Mappa aree servite - Cassano d'Adda Mappa aree servite - Cassano d'Adda
Mappa aree servite - Milano e Sesto San Giovanni Mappa aree servite - Milano e Sesto San Giovanni
Certificazione Energetica - Milano Nord Mappa aree servite - Comune di Milano e Sesto San Giovanni
Certificazione Energetica - Milano Est Mappa aree servite - Comune di Milano e Sesto San Giovanni
Certificazione Energetica - Milano Ovest Mappa aree servite - Comune di Milano e Sesto San Giovanni
Certificazione Energetica - Milano Novate Mappa aree servite - Comune di Milano e Sesto San Giovanni
 

Copyright A2A Calore & Servizi  - Partita IVA 10421210153 -  Mappa del sito - Privacy - Informazioni Legali